Regolamento Interno
home > Regolamento Interno

Regolamento Interno della Scuola di Psicoterapia Gestaltica Integrata


Articolo 1                                                                                                                      

Finalità del regolamento

LA SiPGI s.r.l. istituisce la Scuola Quadriennale di Specializzazione in Psicoterapia Gestaltica Integrata la cui finalità è la formazione di psicoterapeuti a orientamento Gestaltico Integrato.

Il presente regolamento fornisce le indicazioni sull’organizzazione del Corso di Specializzazione della Scuola di Psicoterapia Gestaltica Integrata; sul suo funzionamento; sui criteri per l’ammissione alla Scuola e la sua prosecuzione; sul sistema di valutazione intermedio, sulle modalità della prova finale per il rilascio del diploma di specializzazione; sulla nomina dei Docenti, dei Didatti e dei Supervisori.

Articolo 2

Gli Organi della Scuola

Gli Organi della Scuola sono:

  1. il Direttore;
  2. il Comitato Scientifico;
  3. il Consiglio di Direzione;
  4. il Consiglio dei Docenti, Didatti e Supervisori.

Articolo 3

Il Direttore

Il Direttore è anche il titolare della Società istituente la Scuola di Specializzazione.

Il Direttore:

  1. ha la rappresentanza e la responsabilità legale per gli atti economici ed amministrativi della Scuola;
  2. coordina e cura gli adempimenti previsti dalla legge, secondo le direttive ministeriali;
  3. nomina i membri del Consiglio Direttivo e lo presiede;
  4. nomina i Docenti, i Didatti ed i Supervisori su proposta del Consiglio di Direzione e del Comitato Scientifico;
  5. presiede il Consiglio dei Docenti, Didatti e Supervisori ed è responsabile dei contenuti culturali e scientifici della Scuola;
  6. coordina e supervisiona l’andamento organizzativo ed amministrativo della scuola;
  7. nomina i collaboratori ai quali può delegare alcune funzioni organizzative.

Articolo 4

Il Comitato Scientifico

Il Comitato Scientifico è formato dal Direttore della Scuola, da due Membro Esperti e da un Docente Universitario nelle discipline indicate all'art. 8, comma 3 del D. M. 11 dicembre 1998, n. 509, che non insegni nella Scuola. Il Docente universitario assume la carica di Presidente del Comitato Scientifico.
Il Comitato Scientifico relaziona ogni anno al Ministero dell'Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica sull'attività scientifica e didattica svolta nell'anno immediatamente precedente e sul programma per l'anno successivo.

 

Articolo 5

Il Consiglio di Direzione

Il Consiglio di Direzione è composto dal Direttore che nomina altri due membri scelti tra i più stretti collaboratori della Scuola. Si riunisce almeno due volte l’anno, su convocazione del Direttore o su indicazione di almeno due membri del Consiglio di Direzione.

Il Consiglio di Direzione:

  1. prepara i programmi e pianifica il calendario annuale dei corsi;
  2. propone i docenti ed i supervisori;
  3. valuta le domande di ammissione alla scuola ed ammette gli aspiranti allievi ai colloqui di ammissione;
  4. redige i verbali di valutazione finale delle prove di ammissione e stila le graduatorie di ammissione ai corsi;
  5. raccoglie le istanze ed i pareri degli allievi, dei docenti e dei supervisori e li porta al Consiglio dei Docenti, Didatti e Supervisori;
  6. riferisce periodicamente al Collegio dei Docenti, Didatti e Supervisori sull'andamento della Scuola, ne ascolta il parere e ne recepisce le indicazioni;
  7. compone le Commissioni per gli esami intermedi e finali;
  8. discute, valuta e propone alla Direzione l’eventuale allontanamento dalla Scuola di allievi che, per gravi motivi, non siano più ritenuti idonei alla frequenza della Scuola stessa;
  9. compone l’elenco degli psicoterapeuti indicati dalla Scuola per le ore di psicoterapia individuale obbligatoria;
  10. compone annualmente l’elenco dei Supervisori referenti per i tirocini obbligatori degli allievi nelle strutture convenzionate con la Scuola;
  11. recepisce tutte le istanze indicate dal Responsabile del Sistema di Qualità per il miglioramento continuo del processo formativo della Scuola;

Articolo 6
Il Consiglio dei Docenti, Didatti e Supervisori.

Il Consiglio dei Docenti e dei Supervisori riunisce i Docenti e Didatti ed i Supervisori che hanno il maggior numero di ore di insegnamento ed ha una funzione consultiva.

Il Consiglio dei Docenti, Didatti e Supervisori:

  1. fornisce indicazioni sull'attività didattico-formativa della Scuola;
  2. esprime una valutazione sulle attività svolte dagli allievi e sulle modalità del processo formativo;
  3. predispone gli elaborati per gli esami annuali in base al programma didattico svolto durante l’anno;
  4. compone annualmente l’elenco dei Docenti e dei Didatti che faranno da relatori per le tesi finali degli allievi a conclusione del percorso formativo;
  5. si riunisce 10 volte l’anno

Articolo 7

Docenti, Didatti e Supervisori

I Docenti sono nominati tra Docenti Universitari e Professionisti di provata esperienza nella materia a loro assegnata.

I Docenti insegnano materie teoriche dell’Area Generale e Specifica.

I Didatti sono Docenti Universitari e Professionisti che sono iscritti da almeno 7 anni negli elenchi degli Psicoterapeuti presso gli Albi di competenza.

I Didatti insegnano materie teoriche e di approfondimento dell’Area Specifica e si occupano della parte pratica esperienziale.

I Supervisori devono essere iscritti da almeno 7 anni negli elenchi degli Psicoterapeuti presso gli Albi di competenza ed avere una comprovata esperienza nella pratica della Supervisione in Psicoterapia.
I Supervisori si occupano della supervisione degli Allievi sia per le attività proposte all’interno della scuola, sia per le attività di tirocinio obbligatorio.

Articolo 8

Modello adottato dalla Scuola vedi Relazione Scientifica

Articolo 9

Requisiti per l’ammissione alla Scuola 

Alla Scuola di Psicoterapia possono accedere esclusivamente i laureati in Psicologia o in Medicina e Chirurgia iscritti ai rispettivi Albi.

Possono comunque presentare domanda di ammissione coloro i quali sostengano l’esame di abilitazione alla professione nella prima sessione utile dall’inizio dei corsi e si iscrivano all’Albo di competenza entro 30 giorni dall’abilitazione.

Articolo 10

Immatricolazione

  1. Criteri di ammissione alla Scuola

Per essere ammessi alla Scuola i candidati dovranno presentare entro il 15 Dicembre:

  1. domanda di ammissione solo se stanti i requisiti di cui all’articolo 9;
  2. un curriculum corredato di certificato di laurea con l’indicazione degli esami sostenuti e l’iscrizione all’albo di pertinenza o, quando non vi sia ancora l’iscrizione, una dichiarazione sottoscritta attestante l’impegno a sostenere gli esami di abilitazione entro la prima sessione utile dall’inizio dei corsi e regolarizzare l’iscrizione al relativo albo di competenza entro 30 giorni dall’abilitazione, pena la non ammissione alla Scuola e la perdita delle quote già corrisposte;
  3. un documento di identità e due fotografie formato tessera;
  4. copia della tesi di laurea e di qualunque altra pubblicazione (il materiale verrà restituito al candidato);
  5. copia di attestati di altri percorsi formativi attinenti alla materia;
  6. la ricevuta del versamento della quota per le procedure di ammissione.

 

  1. Procedure di valutazione per l’ammissione alla Scuola

Il numero dei posti disponibili per ogni annualità è pari a 20 e le domande di ammissione verranno valutate dal Consiglio di Direzione che assegnerà un punteggio per ogni titolo presentato come da tabella sotto riportata.

I candidati dovranno sostenere uno o più colloqui gratuiti a verifica delle proprie attitudini alla pratica clinica e delle motivazioni alla formazione in psicoterapia, oltre alla valutazione dei percorsi terapeutici già effettuati.

 

Tabella di assegnazione dei punteggi 

 

 

Punteggio

Voto di laurea

Fino a 90

3 punti

 

Da 91 a 99

5 punti

 

Da 100 a 105

10 punti

 

Da 106 a 110

15 punti

 

110 e Lode

25 punti

 

Dignità di stampa

30 punti

Curriculum

2a laurea

15 punti

 

Master attinenti

15 punti

 

Formazione in psicoterapia

Max 30 punti

 

Pubblicazioni sulla materia

Max 30 punti

 

Percorso psicoterapeutico

Max 20 punti

Colloqui

Motivazione

Max 15 punti

 

Attitudine

Max 15 punti

 

A parità di punteggio varrà la data di presentazione della domanda.

La comunicazione dell’ammissione, ovvero dell’esclusione, del candidato alla Scuola sarà comunicata con lettera raccomandata entro il mese precedente l’inizio dei corsi.

All’avvenuta comunicazione di ammissione alla Scuola, gli allievi dovranno presentare domanda di iscrizione al 1° anno di corso e mettersi in regola con il pagamento della prima rata della retta annuale, prendere visione e sottoscrivere il contratto, del regolamento della Scuola e il documento riguardante la privacy.

  1. Iscrizione con riserva

Gli allievi che al momento dell’iscrizione al 1° anno di Corso non hanno ancora sostenuto l’Esame di Stato, dovranno dare immediata comunicazione del superamento, ovvero del non superamento, alla prima sessione utile dall’inizio del Corso.

Se non avessero superato l’esame di abilitazione la frequenza al Corso verrà immediatamente sospesa e la quota versata fino al momento non sarà restituita ma tenuta come anticipazione sulla eventuale nuova iscrizione al 1° Anno del Corso successivo.

Gli allievi che avranno superato l’esame sono tenuti all’iscrizione immediata nel proprio Ordine Professionale di riferimento e produrre alla Scuola il certificato di abilitazione entro 15 giorni dall’inserimento nell’Albo.

  1. Libretto formativo

Ad ogni allievo sarà consegnato, all’atto dell’immatricolazione, un libretto formativo contenente sezioni specifiche per ogni punto dei contenuti teorico-pratici sviluppati nel quadriennio, divisi per annualità e che attesta:

  1. la frequenza agli insegnamenti di Area Generale;
  2. la frequenza alla Formazione Pratica;
  3. l’attività di ricerca clinica e metodologica svolta;
  4. le attività formative integrative effettuate;
  5. l’attività di tirocinio svolta.

La compilazione del libretto avverrà a cura del Consiglio dei Docenti per le attività interne alla Scuola, e dai Responsabili della Formazione o del Tirocinio per tutte le altre attività avvenute esternamente alla Scuola.

Il libretto formativo è un documento personale dell’allievo che attesta il processo formativo in atto e di cui non esiste copia. La perdita del libretto dovrà essere denunciata alla Scuola che provvederà a consegnarne uno nuovo, richiedendo una quota per la riemissione come da prospetto economico consegnato all’atto dell’iscrizione, e ricompilandolo per la parte che gli attiene; l’allievo dovrà far compilare nuovamente dai referenti formativi la parte di formazione avvenuta esternamente alla Scuola.

Articolo 11

Valutazioni intermedie e passaggio dal 1° al 2° biennio

  1. Esami annuali: ogni allievo dovrà sostenere un esame scritto sugli insegnamenti relativi all’annualità frequentata ed un colloquio individuale con un Didatta o Supervisore scelto dal Consiglio dei Docenti. Condizione essenziale per l’ammissione agli esami sarà la consegna del libretto formativo compilato in ogni sua parte nel quale risulti
    1. la frequenza alle attività didattiche di aula non inferiore all’80% delle ore previste;
    2. la certificazione delle ore di psicoterapia individuale o di gruppo richieste;
    3. la frequenza a seminari o convegni, interni od esterni alla Scuola, per le ore previste;
    4. il completamento della parte relativa alla attività di ricerca clinica e metodologica;
    5. la certificazione delle ore di tirocinio svolte presso le strutture convenzionate con la Scuola.
    6. Passaggio dal 1° al 2° biennio: oltre all’esame annuale come specificato al punto 1 del presente articolo, l’allievo dovrà sostenere una prova pratica consistente nella valutazione di una seduta videoregistrata del candidato  e produrre una relazione scritta sull’esperienza di crescita personale dei primi due anni di Corso.

Il Consiglio dei Docenti formulerà per ciascun allievo una valutazione globale espressa in 60/60, dove 36 è il punteggio minimo per il superamento della prova, e proporrà al Consiglio di Direzione l’ammissione, ovvero la non ammissione, dell’allievo all’anno o al biennio successivo.

Ove il Consiglio dei Docenti proponesse la non ammissione all’anno successivo, dovrà produrre una relazione sottoscritta dai Docenti e dai Supervisori che hanno seguito l’allievo. La relazione verrà discussa e approvata, o non approvata, in Consiglio di Direzione, quindi comunicata all’allievo. La decisione è inappellabile e l’allievo che volesse ripetere l’annualità è tenuto al pagamento della quota annuale ridotta nella misura del 50%.

Articolo 12

Esame finale

Per l’ammissione all’esame finale l’allievo dovrà:

  1. presentare il libretto formativo dal quale risulti in regola per tutte le attività di cui al punto 4 del presente Regolamento, escluse il tirocinio e il percorso personale di psicoterapia;
  2. essere in regola con i pagamenti delle rette annuali;
  3. essere in regola con il pagamento della tassa di ammissione all’esame.

L'esame finale consiste nella presentazione e discussione di un elaborato scritto su un argomento clinico scelto dall’allievo ed approvato dal Consiglio dei Docenti di fronte alla Commissione di Esame nominata dal Consiglio di Direzione.

L'esito dell'esame finale verrà espresso con votazione per un massimo di 60/60 e l’eventuale menzione di "lode".

Gli allievi ammessi all’esame finale che intendessero sostenerlo in sessioni successive a quella prevista per il loro anno, sono tenuti al pagamento di una tassa per ciascuna annualità fuori corso. La tassa è fissata annualmente dal Consiglio di Direzione e visibile nel prospetto delle tasse di frequenza consegnate ad ogni allievo ad inizio anno.

Articolo 13

Consegna del diploma

La consegna del diploma avviene quando l’allievo:

  1. ha terminato il monte ore totale per la formazione teorico-pratica prevista per almeno l’80%;
  2. ha certificato le ore di percorso psicoterapeutico individuale o di gruppo obbligatorie;
  3. ha concluso il tirocinio e presentato la certificazione;
  4. ha sostenuto l’esame finale;
  5. è in regola con il pagamento delle tasse dovute.

 

All’allievo verrà consegnato il Diploma di Specializzazione in Psicoterapia Gestaltica Integrata.

 

Articolo 14

Tirocinio

Ogni allievo dovrà svolgere un’attività di Tirocinio per almeno 100 ore annuali come all’art. 8 dell’Ordinanza Ministeriale n. 509/1998 “presso strutture o servizi pubblici o privati accreditati, nei quali l'allievo possa confrontare la specificità del proprio modello di formazione con la domanda articolata dell'utenza ed acquisire esperienza di diagnostica clinica e di intervento in situazioni di emergenza”

Articolo 15

Percorso di psicoterapia individuale o di gruppo

Ogni allievo dovrà fare un percorso di psicoterapia individuale o di gruppo a partire dal primo anno di corso per un totale di 320 ore nel quadriennio.

La scelta del professionista è di pertinenza dell’allievo che avrà cura di rimanere nell’ambito del modello adottato dalla Scuola.

I costi sostenuti dall’allievo per il suddetto percorso sono esclusi dalla retta annuale della Scuola.

L’allievo è tenuto alla comunicazione del percorso personale avendo cura di far compilare al Professionista il libretto formativo a sue mani.

Articolo 16

Sospensione della partecipazione e procedure di reclamo

L’allievo potrà richiedere la sospensione dalle attività didattiche della Scuola facendo una richiesta scritta al Consiglio di Direzione che avrà la facoltà di concederla dopo aver valutato le motivazioni dell’allievo.

La sospensione può essere concessa per un massimo di tre annualità e prevede, all’atto della ripresa del corso, il pagamento della differenza fino a copertura dell’annualità sospesa, più una tassa di 200,00 euro, come da prospetto consegnato annualmente, per ogni anno di sospensione.

In caso di maternità l’allievo non dovrà corrispondere la tassa di sospensione per l’anno in corso.

Gli allievi possono presentare istanze di reclamo in forma verbale o scritta al tutor della scuola.

Tale istanze saranno analizzate dal consiglio di Direzione e sottoposte al collegio dei Docenti.

Articolo 17

Tassa di immatricolazione

La tassa di immatricolazione di 200,00 euro comprende:

  1. la valutazione dei titoli presentati dall’aspirante allievo;
  2. uno o più colloqui motivazionali ed attitudinali;
  3. la consegna del libretto formativo all’accoglimento della domanda.

La tassa di immatricolazione dovrà essere versata all’atto della presentazione della domanda il cui importo è indicato nel prospetto pagamenti consegnato con il materiale informativo della Scuola.

 

Articolo 18

Tasse di frequenza

La tassa di frequenza annuale di 3000,00 euro comprende:

  1. la partecipazione a tutte le attività didattiche per l’anno in corso (escluse la psicoterapia e la supervisione il cui costo è determinato dal didatta con il quale vengono svolte le attività);
  2. l’assicurazione personale prevista dalla normativa vigente per le attività svolte in Sede.

Quanto non espressamente indicato è da considerarsi a carico dell’allievo.

Le tasse annuali possono subire variazioni su indicazione del Consiglio di Direzione che le applicherà a partire da ogni nuova immatricolazione, ma l’eventuale aumento della retta non sarà applicata agli allievi che già frequentano il primo biennio fino alla conclusione del biennio in corso.

Ogni tassa annuale sarà ripartita in rate mensili come segue:

  • la prima rata, a perfezionamento dell’immatricolazione, dovrà avvenire entro quindici giorni dall’ammissione alla Scuola;
  • le successive undici rate dovranno essere versate entro il giorno 5 di ogni mese, a partire da gennaio di ogni anno con termine a novembre.

Il prospetto dei pagamenti delle tasse annuali con le relative scadenze verrà consegnato ad ogni allievo all’atto dell’immatricolazione.

Eventuali ritardi nei pagamenti saranno registrati e, nel caso di mancato pagamento per tre mesi, il Consiglio di Direzione ha facoltà di sospendere l’allievo dalla Scuola.

Articolo 19

Tassa di ammissione all’esame finale

La tassa di ammissione di 150,00 euro all’esame finale comprende:

  • la supervisione dell’elaborato scritto prodotto dall’allievo;
  • la discussione della Tesi di Specializzazione di fronte la Commissione della Scuola;
  • la consegna del Diploma di Specializzazione in Psicoterapia Gestaltica Integrata.

Articolo 20

Ordinamento Quadriennale della Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Gestaltica Integrata

Contenuti teorico-pratici  del quadriennio - 2000 ore

  1. Area Generale - 240 ore
    1. Insegnamenti teorici di base
    2. Insegnamenti teorici di base sul modello terapeutico adottato dalla scuola
  1. Formazione pratica - 960 ore
    1. Approfondimenti teorici sull’applicazione del modello terapeutico adottato dalla scuola
    2. Addestramento pratico (esperienziale) alla Psicoterapia Gestaltica Integrata
    3. Training didattico-formativo
      1. Psicoterapia individuale o di gruppo
      2. Supervisione didattica e clinica
      3. Gruppi di formazione condotti col modello gestaltico integrato
      4. Seminari o workshop tematici residenziali
  1. Attività di ricerca clinica e metodologica - 320 ore
    1. Ricerca bibliografica
    2. Produzione di articoli su temi inerenti l’approccio specifico
    3. Gruppi di studio sulle materie specifiche del modello terapeutico
    4. Gruppi di discussione tematici con la fruizione di materiale audio e video
    5. Attività di progettazione
  1. Attività formative integrative - 80 ore
    1. Partecipazione a congressi, seminari, workshop anche esterni alla scuola
  1. Tirocinio - 400 ore
    1. Svolto presso strutture pubbliche convenzionate con la scuola
    2. Svolto presso strutture private accreditate dal SSN e convenzionate con la scuola

 

Articolo 21

Contenuti teorico-pratici annuali - 500 ore

  1. Area Generale - 60 ore
    1. Insegnamenti teorici di base (50 ore)
    2. Insegnamenti teorici di base sul modello terapeutico adottato dalla scuola (10 ore)
  1. Formazione pratica - 240 ore
    1. Approfondimenti teorici sull’applicazione del modello terapeutico adottato dalla scuola (40 ore)
    2. Addestramento pratico (esperienziale) alla Psicoterapia Gestaltica Integrata (40 ore)
    3. Training didattico-formativo
      1. Psicoterapia individuale o di gruppo (80 ore)
      2. Supervisione didattica e clinica (30 ore)
      3. Gruppi di formazione condotti col modello gestaltico integrato (20 ore)
      4. Seminari o workshop tematici residenziali (30 ore)
  1. Attività di ricerca clinica e metodologica - 80
    1. Ricerca bibliografica
    2. Produzione di articoli su temi inerenti l’approccio specifico
    3. Gruppi di studio sulle materie specifiche del modello terapeutico
    4. Gruppi di discussione tematici con la fruizione di materiale audio e video
    5. Attività di progettazione
  1. Attività formative integrative - 20 ore
    1. Partecipazione a congressi, seminari, workshop anche esterni alla scuola
  1. Tirocinio - 100 ore
    1. Svolto presso strutture pubbliche convenzionate con la scuola o presso strutture private accreditate dal SSN e convenzionate con la scuola.

Scarica qui