Master Mediazione Familiare
home > Master Mediazione Familiare

Il modello terapeutico di questo istituto si basa sull’approccio della Gestalt che ha come focus il potenziamento della capacità dell’utente di riconoscere ed integrare i processi affettivi ed emotivi nel "quied ora". La consapevolezza dei processi emotivi viene acquis ita con maggiore efficacia se il setting terapeutico è caratterizzato dall’accoglienza empatica ecomprensiva tipica dell’approccio “Centrato Sulla Persona” col quale, la Gestalt, condividendo l’origine epistemologica, naturalment
e si integra. (O'Leary, 1997).
La focalizzazione sulle emozioni avvicina l’approcc io gestaltico alla visione attuale dei sistemi emozionali-motivazionali trasve rsalmente ritenuti centrali nell’organizzazione dei comportamenti normali e patologici. Lo studio dei sistemi emozionali-motivazionali è stato sviluppato dai modelli
cognitivo-comportamentali, dinamici, umanistici e neurobiologici, con notevoli differenze all'interno dei diversi costrutti episte mologici. Tuttavia, si sono delineati alcuni principi fondamentali comuni:

• L’esperienza emotiva è centrale nella determinazion e delle risposte dell’individuo all’ambiente e, attraverso processi psichici e organici, determina la percezione degli stimoli, le reazioni fisiologiche, la
valutazione cognitiva e in modo retroattivo, riorganizza la reazione emotiva stessa.

• Le emozioni sono quindi gli organizzatori fondamentali del comportamento e dei sistemi di significato dell’individuo e costituiscono iprocessi fondanti delle relazioni sociali.

•La consapevolezza e l’espressione delle emozioni sono centrali nelle relazioni psicoterapeutiche e nei processi di cambiamento.


Nell’alveo di questo complesso metodo terapeutico di derivazione fenomenologico-esistenziale, il nostro percorso formativo utilizza una gamma di tecniche provenienti da differenti approcci che ne completano la dotazione e ne aumentano l’efficacia. L'obiettivo formativo è addestrare lo psicoterapeuta alla postura fenomenologico-umanistica della Gestalt ed alla logica dell’integrazione pluralistica che è finalizzata a ritagliare l’intervento a misura del paziente.